Semplici consigli per fotografare l’acquario – parte prima

0
323

Lo scopo di questo articolo è quello di dare una serie di semplici consigli per fotografare l’acquario e iniziare ad ottenere qualche scatto decente. Non mi dilungherò in spiegazioni su tecniche o teorie fotografiche, cercando di rendere l’articolo di semplice lettura per tutti. Saranno consigli molto semplici e basilari che, messi insieme, spero possano migliorare le vostre foto. L’articolo è rivolto ai possessori di corpi macchina reflex digitali, infatti alcuni consigli potrebbero non essere praticabili per i possessori di fotocamere compatte.

MANUALE: Prima di tutto bisogna capire che per riuscire a impostare in modo corretto il vostro corpo macchina dovete avere le conoscenze necessarie. Infatti non sarebbe possibile dirvi come impostare la vostra fotocamera perchè i menù e le relative impostazioni cambiano da marchio a marchio ma anche tra modelli dello stesso marchio. Pertanto il primo consiglio indispensabile è quello di prendere il manuale della vostra fotocamera e leggerlo per intero due volte. Un paio di letture dovrebbero essere sufficienti per memorizzare almeno i comandi principali.

Manuale Nikon D800
Manuale Nikon D800

BILANCIAMENTO DEL BIANCO: I nostri acquari sono illuminati con luci artificiali, come neon e led, che mettono in difficoltà il “bilanciamento del bianco automatico”  del nostro corpo macchina percui le nostre foto potrebbero sembrare troppo gialle o troppo blu a seconda del tipo di illuminazione. Per ovviare a questo inconveniente  abbiamo due strade: la prima è quella di scattare con la reflex impostata sul bilanciamento del bianco in automatico e poi in post-produzione, con software tipo Lightroom, correggere il bilanciamento (argomento che non tratteremo in questo articolo). La seconda invece è quella di impostare la reflex su bilanciamento del bianco in “Premisurazione Manuale” , così scattando dovremmo avere già di base un buon bilanciamento senza essere costretti ad effettuare correzioni in post-produzione. La seconda procedura è quella che vi illustrerò, infatti non è sufficiente impostare la reflex su “Premisurazione Manuale” ma è necessario misurare il punto di bianco. Per misurare il punto di bianco abbiamo bisogno di una lastra di plastica bianca o grigia, potrebbe andare bene anche il coperchio di un secchio di sale o un piatto di creta completamente bianco. Solitamente per questa operazione si usa un cartoncino ma visto che noi dobbiamo immergerlo nell’acquario dobbiamo indirizzarci su altri tipi di materiale. Trovato un oggetto bianco/grigio adatto lo immergeremo nell’acquario, per semplificarvi l’operazione potete farvi aiutare da un’altra persona che vi manterrà l’oggetto fermo all’interno dell’acquario (chiedete a vostra moglie, ne sarà felice). Adesso, dopo aver letto con attenzione il manuale sulla procedura da seguire per la “Premisurazione Manuale”, dovreste scattare una foto all’oggetto bianco nell’acquario facendo attenzione che nel mirino si veda solo il bianco, non preoccupatevi di mettere a fuoco perchè in questo caso non serve. Scattata la foto, dovete seguire le istruzioni del manuale per impostare la foto appena scattata per la “Premisurazione Manuale”. Dopo questa impostazione di Bilanciamento le foto dovrebbero rispecchiare meglio la realtà e non dovreste più notare (almeno non più in modo marcato) quella predominante colorazione blu o gialla nelle vostre foto.

Menù Nikon D800
Menù Nikon D800

ISO: La successiva impostazione da regolare sono gli ISO. Il valore ISO indica la sensibilità alla luce che impostate al sensore della vostra fotocamera digitale. A seconda dell’intensità di luce con cui dobbiamo fotografare andremo a modificare la sensibilità ISO: ad ISO 100 si fotografa in situazioni con una forte intensità luminosa al diminuire di essa aumenteremo gli ISO. Questo giusto per spiegarvi a grandi linee cosa sono gli ISO. Per fotografare l’acquario, visto che saremo in presenza di molta luce, avrete già capito che dovrete impostare la vostra fotocamera digitale agli ISO più bassi che la stessa permette. Solitamente i valori più bassi di una reflex sono ISO 100 o ISO 200.

Menù Nikon D800
Menù Nikon D800

ESTENSIONE FILE: Con le reflex abbiamo la possibilità di scegliere se salvare le nostre foto con estensione .nef (.raw per Canon) o .jpeg. La differenza è che il formato .nef è un file più pesante che conserva tutte le informazioni e ci dà un file grezzo che va obbligatoriamente lavorato in post produzione. Il formato .jpeg invece è un file più leggero per il quale è la nostra fotocamera a fare in automatico una post-produzione della foto scattata, alleggerendo il file finale e rendendolo utilizzabile da subito. Semplificando il tutto: se volete evitare la post produzione scattate in .jpeg, invece se volete cimentarvi nella post produzione (argomento che non tratteremo in questo articolo) scattate .nef/raw (formato fortemente consigliato).

Menù Nikon D800
Menù Nikon D800

PARALUCE: Tenete sempre montato il paraluce all’obiettivo, non perchè questo possa influire sulla qualità degli scatti ma solamente perchè funge da protezione all’obiettivo e gli eventuali urti sarebbero attutiti evitando di compromettere il funzionamento dell’obiettivo. Inoltre il paraluce diventa molto utile se si vuole fare qualche foto appoggiando l’obbiettivo al vetro dell’acquario.

TREPPIEDE: questo è un accessorio fondamentale specialmente se si vuole scattare qualche macro. Andrebbe utilizzato anche per le panoramiche, perchè aiuta sempre, ma in questo caso non è indispensabile. Invece per delle buone macro diventa quasi obbligatorio, specialmente se si è alle prime armi. Naturalmente maggiore è il peso del corpo macchina e dell’obiettivo maggiormente necessario è il treppiedi e la sua qualità.

LIVE VIEW: premetto che non tutte le reflex hanno questa funzione, in particolare i modelli un pò datati potrebbero non averla. Praticamente il live view permette di utilizzare la reflex come una normale compatta, infatti dal monitor LCD è possibile vedere in tempo reale quello che si sta inquadrando senza usare il mirino. Questa funzione ci aiuta tantissimo nel caso volessimo fare qualche macro. Il monitor permette di ingrandire l’immagine consentendo una messa a fuoco manuale molto precisa. Nel caso di macro è molto importante una buona messa a fuoco perchè con questa tipologia di fotografia il minimo micromosso può rovinare la buona riuscita della foto.

Live view Nikon D800
Live view Nikon D800

MESSA A FUOCO: La messa a fuoco, per ottenere dei buoni risultati, andrebbe sempre fatta in manuale. Per fotografia macro diventa indispensabile.

Live view Nikon D800
Live view Nikon D800

TELECOMANDO: L’utilizzo di un telecomando, che può costare anche pochi euro, permette di scattare foto in remoto senza dover premere il pulsante di scatto evitando quel micromosso dovuto proprio alla pressione del pulsante di scatto. Per la fotografia macro è quasi obbligatorio.

Telecomando Nikon D90
Telecomando Nikon D90

PERPENDICOLARE: Scattate tutte le foto sempre con l’obiettivo perpendicolare al vetro dell’acquario per evitare di deformare l’immagine.

MODALITA’ DI SCATTO: Per scattare foto al nostro acquario consiglio sempre la modalità M, in quanto dobbiamo essere in grado di modificare a nostro piacimento la profondità di campo e i tempi dell’otturatore. Lasciare scegliere al nostro corpo macchina anche uno di questi campi potrebbe compromettere la qualità della foto.

PROFONDITA’ DI CAMPO: Vi consiglio, almeno per i primi tempi, di scattare con profondità di campo (f) con un valore intorno ad un intervallo di 8/11, che permette di mettere a fuoco abbastanza bene sia la vasca in caso di panoramica che il singolo animale.

TEMPO DI SCATTO: qui il valore dipende dalle condizioni di luce, dal tipo di fotografia, dalla profondità di campo, dalla lunghezza dell’obiettivo e altro, percui dovete fare un pò di prove. Utilizzando un treppiede non avrete problemi con tempi lunghi; al contrario scattando a mano libera i tempi troppo lunghi potrebbero creare del mosso nella foto. Per provare partite da un valore di 1/80 e poi se la foto è troppo chiara o troppo scura diminuite o aumentate di poco i tempi e continuate finchè la foto non vi sembra esposta nel modo corretto.

ULTIMI MA IMPORTANTI CONSIGLI: Non utilizzate mai il flash così eviterete nella foto la comparsa del riflesso nel vetro dell’acquario. Spegnete tutte le pompe dell’acquario sia di movimento che risalita. L’acqua deve essere completamente ferma perchè il minimo movimento anche di particelle nell’acqua possono rovinare la foto, specialmente se state scattando delle macro. Evitate che nella stanza dove è posizionato l’acquario ci siano luci accese (oltre a quelle dell’acquario ovviamente) o ci siano finestre o balconi che possano riflettersi nel vetro dell’acquario. Ultimo ma forse il più importante consiglio: scattate, scattate, scattate, scattate e ancora scattate solo così e provando di volta in volta qualche impostazione diversa riuscirete ad ottenere foto che vi soddisfino.

– Semplici consigli per fotografare l’acquario – Parte Seconda

– Semplici consigli per fotografare l’acquario – Parte Terza

Nikon D800
Nikon D800

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here