L’allestimento di un reef da 1900 litri – Edoardo Rocchi

0
627


L’allestimento di un reef da 1900 litri – Edoardo Rocchi

Vengo da un’esperienza acquariofila ormai più che decennale; sono partito dalla classica vaschetta dei pesci rossi del lunapark, al dolce di ADA, fino ad arrivare ai fantastici colori degli acquari reef. Quando avviai la ‘’vecchia vasca’’ di 400 litri, circa un anno e mezzo fa, già sapevo che mi sarei allargato.

La vasca ancora imballata
La vasca ancora imballata
Il posizionamento della Vasca
Il posizionamento della Vasca
Vasca e parte della tecnica
Vasca e parte della tecnica

Oggi eccomi qua con questa nuova vasca, partita all’inizio di Giugno 2014, che misura 270 x 70 x 70 (1.323 litri lordi). Il sistema di filtraggio prevede una criptica 60 x 60 x 60 (216 litri lordi), riempita di roccia viva, in cui cade l’acqua dalla vasca principale ed una sump che misura 140 x 60 x 45 (378 litri lordi) divisa con delle paratie che permettono all’acqua di fare un percorso obbligato creando una ‘’circolazione’’.

–        Lo skimmer che utilizzo è un Bubble King 250 Deluxe, ma sono in attesa di un BK 300 Supermarine. Il reattore di calcio è un Lgm 3000 e quello di zeolite è uno Zeofilter KZ capace di contenere circa 5litri di materiale.

–        L’illuminazione è affidata a 3 GNC Am650 che ritengo per ora l’unico prodotto a led valido per ottenere una colorazione degli SPS molto vicina a quella che si ottiene dai T5.

–        La gestione della vasca è affidata ad un controller Aquatronica con touch screen e connessione ad internet che mi permette di controllare i valori, essere avvisato se questi superano i range preimpostati e agire sulle prese anche da remoto.

–        Nella stanza adiacente alla vasca ho posizionato un serbatoio da 500litri in cui preparo l’acqua salata; anch’esso riempito dal sistema di rabbocco della vasca comandato da Aquatronica

Sump
Sump
Sump
Sump
Particolare Sump
Particolare Sump

L’allestimento della vasca ed il trasferimento degli animali (pesci e coralli) dalla vecchia è stato fatto in maniera molto veloce. Nonostante questo non ho avuto problemi di tiraggi e/o di malattie o perdite di pesci. E’ importante sottolineare però che per questa procedura ci vuole un po’ d’esperienza e d’accortezza nei vari passaggi e che quando si ha la possibilità di ‘’parcheggiare’’ gli animali in altre vasche è sempre meglio aspettare il classico periodo di maturazione prima di introdurli.

–        Prima di tutto, una volta posizionata la vasca, è stata montata e posizionata la tecnica ed è stato fatto partire l’impianto ad osmosi inversa che ha riempito parte della sump e della vasca criptica.

–        Tramite un circuito separato dalla vasca principale ho iniziato a far circolare l’acqua addizionandola con batteri, mischiandola con parte di acqua proveniente da un cambio della vecchia vasca ed inserendo i primi kg di roccia viva nella criptica.

–        Dopo circa 12h di semplice circolazione ho iniziato a schiumare con un Vertex 170 che è rimasto in funzione da solo fino alla seconda settimana e che poi è stato affiancato prima da un Bubble King 250 e poi da un Bubble King Supermarine 300.

–        Nei giorni successivi ho riempito la vasca principale d’acqua di osmosi, inserito e miscelato bene il sale (ho utilizzato il Tropic Marine BioActif proprio per le sue proprietà di favorire la colonizzazione batterica).

–        Presa l’altra parte di roccia viva (circa 300kg) ho costruito la rocciata e avviato il circuito principale tra vasca e sump.

–        Dopo un paio di giorni con continue addizioni di batteri e continui test, ho provato ad inserire i primi animali.

Scarico Esterno
Scarico Esterno
Avvio Sump e Vasca Criptica
Avvio Sump e Vasca Criptica

 

Preparazione Rocciata
Preparazione Rocciata

Una cosa importante per partire in questo modo è quella di assicurarsi che i nutrienti inorganici siano ai minimi livelli, che ci sia la giusta quantità di ossigeno in vasca e che nei giorni successivi all’introduzione non scenda drasticamente. Per fare questo è fondamentale dotarsi di buoni test per il pH, i NO2, i NO3, i PO4 (preferibilmente un fotometro), il KH ed il Ca e sapere cosa e come fare se uno di questi parametri dovesse (cosa molto probabile) uscire dal range nei giorni successivi all’allestimento. L’altro fattore per un corretto avviamento è la qualità della roccia viva che deve necessariamente essere molto porosa e leggera in modo che possa favorire l’insediamento batterico. Adesso attendo più o meno impazientemente che anche i livelli di organico scendano per iniziare a divertirmi con i colori. Eseguo test una volta ogni 2 giorni e doso unicamente fonti di carbonio e colture batteriche. In questa fase eseguo anche cambi di 300 litri ogni 20 giorni con il sale Bioactif della Tropic Marine che contiene stimolatori batterici.

Rocciata
Rocciata
Panoramica
Panoramica
Inserimento Animali
Inserimento Animali

Ecco i valori attuali:

–        No2: 0

–        No3: < 1mg/l

–        PO4: 0

–        Ca: 430 mg/l

–        Mg: 1450 mg/l

–        KH: 8

–        pH: 8.1 – 8.3

Synchiropus Splendidus
Synchiropus Splendidus
Holacanthus Ciliaris
Holacanthus Ciliaris
Miglioramente colore Millepora
Miglioramento colore Millepora

Articolo by Edoardo Rocchi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here