La vasca di Paolo Cazzato – Novembre 2013

1
1592

La vasca è stata avviata a Novembre 2012 con metodo DSB. Il DSB è stato realizzato con carbonato di calcio, invece la vasca è stata riempita tutta con acqua di mare. Così facendo ho avuto una maturazione più veloce potendo così mettere in vasca in breve tempo tutti gli animali provenienti dal mio vecchio allestimento e in appoggio nel frattempo in vasche di amici.

DESCRIZIONE TECNICA

La vasca è in vetri extrachiaro ed ha una dimensione 160 x 85 x 70(h) per un litraggio lordo di 896. La vasca è stata predisposta con due scarichi esterni da 50 e 2 risalite da 25. La sump è stata posizionata in una stanza tecnica adiacente al muro dove poggia la vasca. All’interno della sump ho inserito uno skimmer Ultra Reef 200 vecchio modello (2 pompe di schiumazione Sicce da 600 lt/h) e una risalita NewJet 6000. Sempre nella stanza tecnica si trovano un reattore di calcio reverso 200, il reattore di kalkwasser, una vasca criptica, il refrigeratore e l’impianto ad osmosi. Il movimento in vasca è affidato a tre pomp Tunze 6105 e una pompa Tunze 6255. La temperatura in vasca e le pompe di movimento sono gestite da un controller Siemens. L’illuminazione è garantita da una plafoniera ibrida T5/Led autocostruita. La plafoniera è composta da 10 T5 da 80 watt e 5 barre a led.

GESTIONE E ALIMENTAZIONE

Il sistema come già detto è il DSB realizzato tutto con carbonato di calcio. I cambi d’acqua, nella maggior parte delle volte, li effettuo con acqua di mare che mi procuro io stesso in determinate zone vicino dove risiedo. Doso al giorno qualche ora di ozono. Per i dosaggi di oligo e alimenti mi regolo di volta in volta a seconda di come vedo gli animali. Attualmente sto usando i prodotti in polvere della D&D compreso anche il ReefPast. I pesci li alimento più volte a giorno con varie marche.

ANIMALI ALLEVATI

In vasca ho tantissimi coralli SPS e LPS. Sarebbe difficile elencarli tutti ma posso tranquillamente affermare che uno dei miei animali preferiti è  l’Acropora Millepora. In vasca ne ho diverse anche di dimensioni notevoli. Come pesci ho un Naso Elegans, un acaturide Japonicus, alcuni pagliacetti picasso e altri pesci di piccola taglia.

CONCLUSIONI

La mia gestione è molto semplice, non esistono boccette magiche per ottenere risultati ma solo tanta pazienza e un buon occhio. Ormai mi basta guardare gli animali per capire se c’è qualcosa che non va o per capire che tipo di alimento dosare e in che quantità.

by Paolo CAZZATO

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here