Intervista a Paolo Cazzato ( Maggio 2015 )

0
735
intervista a paolo cazzato 2015

INTERVISTA A PAOLO CAZZATO EEPRTO DI AQUARIOFILIA

ciao, in prima istanza ti voglio ringraziare a nome dello staff di “FISH&CORAL” e di tutti i nostri utenti per il tempo che ci stai dedicando, per noi è motivo d’orgoglio, dedicarti questo spazio, perché sei insindacabilmente uno dei migliori e più esperti acquariofili, le tue vasche sono sempre un punto di riferimento. In questa intervista più che parlare di conduzione o meglio di descrivere tecnicamente la tua vasca, vorrei parlare di acquariofilia in generale e conoscere qualcosa che sui forum o sui gruppi facebook non si dice mai……

Panoramica - Maggio 2015
Panoramica – Maggio 2015

001-4897

  1. partiamo dalle tue origini “acquariofile”… da dove nasce la tua passione e qual’è stato il percorso che ti ha portato ad essere l’acquariofilo esperto che tutti conosciamo:

Tutto cominciò nel lontano 1995, quando in occasione della comunione di mio figlio, li fu regalato un piccolo acquario dolce, da li, informandomi per allestirlo, vidi in un negozio dei pesci marini, me ne innamorai e partì subito con il mio primo acquario marino, un 120*50*50 sempre autocostruito con sabbia a grana grossa, filtri sottosabbia e tecnica dell’epoca, quando ancora non frequentavo internet ed i relativi forum.

001-4831

001-4898

  1. a tuo parere qual’è la vasca che ti ha dato più soddisfazioni e perché?

Credo la 160*85*70, la penultima in sostanza, sempre allestimento dsb, illuminata con 14tubi da 80w , diciamo che è stata quella che a livello di colori e crescita, mi ha dato più soddisfazione, al di là che poi è stata la conferma che pur cambiando vasca sono riuscito ad avere ottimi risultati, cosa che a livello personale mi ha riempito d’orgoglio.

001-4833

001-4946

  1. nella tua vita di acquariofilo ti sei ispirato a qualche acquariofilo che prendevi da esempio ed ammiravi?

Mi sono sempre ispirato a Nando D’AMORA e Franco DODARO, che reputo gli acquariofili più bravi, in particolare dopo aver visto la mitica vasca del “Maestro”, magnifica come colori e salute degli animali, per me ancora adesso è il punto di riferimento da raggiungere.

001-4839

  1. hai avuto degli insuccessi? ..se si quali?…e perche’?

certo, nel 2007 la mia prima vasca di sps, purtroppo senza la dovuta esperienza gestivo con metodo Zeovit, Dsb, e Skimmer sovradimensionato, e tale gestione mi portò allora a perdere intere colonie di Sps, circa 40 , che ancora oggi sono in bella mostra accanto alla vasca, come ricordo e monito di un esperienza per me fondamentale nella mia crescita acquariofila.

001-4840

  1. qual è l’aspetto che più ti soddisfa delle tue vasche?

Senza dubbio il riuscire ad allevare sps ed lps in ottima forma, traguardo abbastanza difficile in quanto come tutti sappiamo hanno bisogno di condizioni diverse, questo mi da molta soddisfazione.

001-4844

  1. e per i pesci immagino il ciliaris?….so che lo hai allevato in vasca di soli pesci? E’ vero? Ecco perché il tuo nick è ciliaris?

Si , l’ho allevato ed è in assoluto il pesce che più mi piace.

001-4849

  1. Sei da tutti considerato il re del dsb, perché in ogni vasca adotti sempre questo metodo e mai il berlinese puro? Lo consiglieresti anche per acquari di ridotte dimensioni?

Adotto questo metodo perché personalmente ritengo una vasca senza sabbia poco naturale, inoltre lo ritengo un metodo molto stabile ed avendo molti Lps mi piace molto allevarli sulla sabbia. Per gli acquari piccoli, bisogna sempre capire quello che si vuole allevare se sps o lps.

001-4851

  1. Come sappiamo luce, skimmer, movimento e rocce sono i punti cardine di un acquario marino, secondo te ve ne solo altri?

Direi senz’altro anche la qualità dell’acqua con paramenti giusti e valori bilanciati

001-4854

  1. Purtroppo molte persone si stanno allontanando da questo mondo sia per la crisi economica sia perché forse non ottengono risultati, che consiglio ti senti di dare ai neofiti? A cosa un neofita deve porre attenzione? Come si deve approcciare ad una vasca magari dalla maturazione alla gestione vera e propria?

Una sola parola: PAZIENZA. Tutti vogliono tutto e subito ma questo è un hobby che non ti perdona nulla ed ogni minimo errore te lo fa pagare a caro prezzo. Bisogna studiare tanto e fare tanta esperienza e piano piano i risultati arriveranno.

001-4861

  1. Le tue rocciate hanno deliziato la vista di tutti gli acquariofili anche attraverso le foto che circolano su internet…ma qual’e’ il segreto ?

Ricordati oltre ad essere bella una rocciata deve essere funzionale!

001-4867

  1. Tu sei sempre stato uno strenuo sostenitore dei t5, pensi sia ancora l’illuminazione che rende di più a livello di risultati oppure i led hanno raggiunto livelli apprezzabili?

Con i led non ho molta esperienza, mi sto cimentando adesso. Per il sottoscritto l’illuminazione T5 all’attualità risulta essere ancora la luce perfetta per un acquario di barriera, anche se devo dire che alcune plafoniere a led hanno raggiunto dei livelli eccellenti.

001-4873

  1. Hai il pregio di essere schietto e sincero e chi ti conosce personalmente poi sa che sei anche una persona di cuore che aiuta sempre tutti gli acquariofili indistintamente e senza secondi fini, e si percepisce in ogni tua parola la passione per questo hobby, i tuoi mitici “smonta” risuonano anche nelle case di molti acquariofili del centro/sud, ma sappiamo tutti che lo dici per spronarci ad avere risultati migliori, ma al di la della premessa ti chiedo quale secondo te è il segreto tra un vasca che va e una che sopravvive? In sostanza quali sono gli accorgimenti che fanno diventare una vasca   mediocre una bella vasca? insomma il cosiddetto “manico” come si impara?

Il cosiddetto manico si acquisisce nel tempo, manico è sinonimo di esperienza, di prove, di successi e purtroppo anche di insuccessi.

001-4894

  1. ti saluto e ti ringrazio del tempo che mi hai dedicato, ma una domanda e’ d’obbligo,,, cosa bolle in pentola del mitico “ciliaris”…hai progetti per il futuro o meglio obiettivi da realizzare?

Il mio obiettivo?…………………fra un mese rifaccio la rocciata poi si vedrà—–

001-4962

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here