Guida all’allestimento di un acquario marino tropicale – 3.8 – Reattore di kalkwasser

4
1115

Guida all’allestimento di un acquario marino tropicale – 3.8 – Reattore di kalkwasser

Il reattore di kalkwasser, è lo strumento che ci permette di automatizzare l’introduzione di acqua calcarea nel nostro acquario. L’ acqua calcarea, sarebbe acqua d’osmosi miscelata con idrossido di calcio. Dosata in acquario ha il pregio di aiutare il ph  a stabilizzarsi su valori alti, inoltre  in minima percentuale introduce  anche del calcio. Altro beneficio è quello di legarsi ai fosfati e farli precipitare. Ne consegue che l’acqua calcarea o kalkwasser può essere molto utile in quegli acquari dove il consumo di calcio e’ irrisorio (coralli molli) oppure in fase di avvio per tenere il ph stabile e contrastare i fosfati, o meglio ancora in concomitanza con il reattore di calcio, in modo tale da tamponare l’abbassamento del ph che procura la Co2.

Reattore di kalkwasser
Reattore di kalkwasser

Certo è, che nel dosare il kalkwasser bisogna prestare molta attenzione, in quanto l’acqua prodotta ha un ph 12, e quindi un eventuale introduzione eccessiva provocherebbe uno sbalzo del ph che può addirittura essere letale per i nostri animali. È bene dunque, collegare il reattore, all’impianto di osmoregolazione della nostra vasca cosi da integrare solamente l’acqua evaporata, meglio se di notte quando il ph comunque si abbassa, e meglio ancora se collegato ad una pompa dosometrica in modo tale da non introdurre elevate quantità di acqua calcarea in pochi secondi.

Dunque il reattore, che ha un corpo cilindrico, contiene all’interno dell’acqua d’osmosi miscelata ad idrossido di calcio. L ’acqua all’interno è di solito  tenuta in movimento da un agitatore, quando l’impianto d’osmosi verifica che vi è un abbassamento di livello immette acqua all’interno del reattore che per troppo pieno a sua volta immette acqua in acquario ma integrata con idrossido di calcio. Ripeto e sottolineo ancora che usandolo con una dosometrica o con il metodo goccia a goccia si eviterebbero sbalzi di ph molto pericolosi.

Consiglio per risparmiare

Come per il reattore di calcio, il reattore di kalkwasser  è uno  strumento estremamente semplice, dunque una volta controllato e verificato che  non ci siano perdite, e  che l’agitatore funzioni possiamo essere tranquilli. Quindi un ottimo usato sicuramente può essere un  alternativa valida, anche se per la facilità e la semplicità dell’oggetto, se si mastica con il fai da te , si può tentare la realizzazione.

 

Indice

0.0 – Premessa

1.0 – La Vasca

2.0 – Il Mobile

3.0 – La Tecnica

3.1 – L’Illuminazione

3.2 – La Sump

3.3 – Lo Schiumatoio

3.4 – La risalita

3.5 – Il Movimento

3.6 – Temperatura e Osmoregolazione

3.7 – Reattore di Calcio

3.8 – Reattore di Kalkwasser

4.0 – I Valori dell’acqua

5.0 – Metodi di Gestione

5.1 – Metodo Berlinese

5.2 – Metodo DSB

5.3 – Metodo Balling

5.4 – Metodo a Riproduzione Batterica

6.0 – L’Avvio e la Maturazione

7.0 – Cambi d’Acqua e Manutenzione

Guida realizzata da Fabrizio Ercolani.

4 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here