Guida all’allestimento di un acquario marino tropicale – 3.3 – Lo Schiumatoio

6
1361

Guida all’allestimento di un acquario marino tropicale – 3.3 – Lo Schiumatoio

Alla base del metodo berlinese e alla possibilità di allevare coralli esigenti come gli SPS c’è uno strumento molto semplice ma altrettanto utile; si tratta dello schiumatoio di proteine detto in inglese “skimmer”. Dal nome si evince che l’utilità sta proprio nel fatto di schiumare e quindi successivamente poter eliminare materiale organico presente in vasca quale ad esempio proteine e lipidi. Attrezzo quindi “obbligatorio” per una vasca reef allestista da un neofita, che sia gestita con metodo berlinese o dsb, che ci permette di mantenere una qualità dell’acqua tale da poter allevare i nostri coralli. Ma vediamo come funziona……

Alpha Vertex
Alpha Vertex

Il suo funzionamento come dicevo è estremamente semplice, anche perché la sua nascita risale alla fine dell’800. Abbiamo una colonna di contatto dove viene miscelata acqua ed aria, una parte superiore più stretta chiamata collo dove risale la schiuma e infine il bicchiere dove la schiuma si deposita per essere rimossa manualmente. Attraverso l’eliminazione della schiuma quindi si elimina il materiale organico. Questo è dovuto al fatto che alcune molecole sono idrofile e altre idrofobe ma consiglio il lettore di approfondire l’argomento sui forum o sui libri dedicati. In questo ambito, ci preme sottolineare come invece, un ottimo skimmer efficiente lavori in modo tale da creare la superficie acqua aria massima e quindi creare quante più bolle di aria possibili.

Bicchiere
Schiumato che finisce nel bicchere

Dividiamo gli skimmer in commercio in due tipologie: monopompa e doppiapompa. Come dice la parola stessa la differenza sta che nel monopompa vi è un’unica pompa atta a caricare lo skimmer di acqua e utilizzata anche per creare la schiuma e quindi aspirare anche aria. Nel doppia pompa una pompa è dedicata al carico di acqua e l’altra alla schiuma. Ne consegue che il doppiapompa può avere varie regolazioni e lavorare a differenti livelli di acqua in sump, mentre il monopompa ha regolazione ridotte e dobbiamo avere l’accortezza di farlo lavorare ad un livello predefinito di acqua in sump che varia da modello a modello ma di solito si attesta dai 20 ai 25 cm. Chiaramente il doppiapompa consuma più energia elettrica dovendo lavorare con due pompe. Lo skimmer si divide inoltre anche per potenza o meglio per acqua trattata in un ora, e quindi verrebbe da dire di scegliere lo skimmer in base ai litri della propria vasca. Affermazione parzialmente vera in quanto in primis molte case produttrici sono larghe nel etichettare uno schiumatoio e in linea di massima in presenza di coralli sps esigenti sarebbe comunque necessario che lo skimmer trattasse quasi il doppio dell’acqua presente nella vasca….. in buona sostanza per una vasca da 200lt sarebbe un ottima soluzione uno skimmer che trattasse sui 350 lt. Non bisogna però eccedere altrimenti potremmo ottenere l’effetto contrario cioè una vasca magrissima con animali affamati la cui gestione diventa problematica.

Residuo dello schiumato che si forma sulle pareti del bicchiere
Residuo dello schiumato che si forma sulle pareti del bicchiere

Una volta scelto e istallato lo skimmer, si deve procedere alla regolazione. Dobbiamo quindi accertarci che la miscela di acqua ed aria arrivi fin in cima al collo del bicchiere non riempiendo però di acqua tutto il bicchiere, in parole povere si dovrebbe fermare al limite del trabocco all’interno del bicchiere, controllando sempre che le bolle siano numerose per facilitare la schiumata. Come regolare lo skimmer dipende dal modello dello skimmer stesso, in quanto alcuni modelli prevedono la regolazione del carico d’acqua, dell’altezza della colonna interna e della quantità di aria trattata, altri con una sola regolazione modificano il rapporto acqua/aria, altri possono essere regolati (nel caso dei monopompa) anche modificando il livello di acqua in sump, etc … per tanto diventa impossibile in questo articolo descrivere nei dettagli come regolare uno skimmer.

Bicchiere skimmer ATB
Bicchiere skimmer ATB

Una volta regolato affineremo in base alle esigenze della nostra vasca la regolazione ottenendo una schiumata più o meno bagnata. Ma per questo vi invito a leggere il forum di www.fishcoral.it dove ne abbiamo già parlato approfondendo l’argomento.Una volta avviato lo skimmer dovremmo poi avere l’accortezza almeno ogni tre giorni di pulire il bicchiere anche se non e’ del tutto pieno per facilitare la schiumazione, in quanto un bicchiere tenuto più pulito possibile permette di avere sempre un’ottima schiumazione.

 Consiglio per risparmiare

Risparmiare sullo skimmer è comunque un azzardo anche se allo stato attuale anche dalla famigerata Cina qualche skimmer per una vasca entry level a poco prezzo si può trovare. Quindi date un occhiate ai vari siti cinesi o italiani che importano skimmer targati made in china. Certo se si vuole raggiungere uno standard alto vi consiglio il made in italy. Abbiamo aziende che realizzano schiumatoi veramente performanti e indistruttibili. Magari valutate se la cifra è alta un ottimo usato, controllando non tanto lo skimmer che di solito è quasi sempre integro ma la pompa che asserve lo skimmer che può essere difettosa!!

Skimmer Cinese
Coral Box D700 Curve Skimmer
Skimmer Cinese
Coral Box D700 Curve Skimmer

Consiglio dell’esperto (Maurizio Previtali)

Il consiglio che posso dare nella scelta di uno skimmer e’ quello di scegliere una macchina conosciuta e utilizzata da tempo nel mondo acquariofilo, così sarà più facile reperire informazioni e consigli per una giusta taratura. Oppure dovete scegliere lo stesso skimmer di qualche amico/conoscente il quale vi potrà aiutare nel trovare la giusta taratura e modificarla nel tempo a seconda delle esigenza della vasca. Sicuramente poi la scelta dovrebbe ricadere sui modelli con meno modifiche possibili per semplificare appunto la taratura a pochissime ed essenziali modifiche.

Indice

0.0 – Premessa

1.0 – La Vasca

2.0 – Il Mobile

3.0 – La Tecnica

3.1 – L’Illuminazione

3.2 – La Sump

3.3 – Lo Schiumatoio

3.4 – La risalita

3.5 – Il Movimento

3.6 – Temperatura e Osmoregolazione

3.7 – Reattore di Calcio

3.8 – Reattore di Kalkwasser

4.0 – I Valori dell’acqua

5.0 – Metodi di Gestione

5.1 – Metodo Berlinese

5.2 – Metodo DSB

5.3 – Metodo Balling

5.4 – Metodo a Riproduzione Batterica

6.0 – L’Avvio e la Maturazione

7.0 – Cambi d’Acqua e Manutenzione

Guida realizzata da Fabrizio Ercolani.